BERGAMO PROSSIMA

Bergamo Prossima è un intervento di rigenerazione urbana che disegna un nuovo spazio per la città: un luogo di incontro per i cittadini e di residenza di famiglie, anziani e studenti. La superficie commerciale al piano terra si sviluppa all’interno degli edifici preservati mentre i volumi residenziali e la RSA disegnano due grandi corti Verdi connesse creando un asse urbano e ambientale lungo l’asse nord-sud, che si conclude nei giardini di Via Martiri di Cefalonia attraversando l edificio che ospita lo studentato. L’intervento massimizza il recupero dei volumi esistenti per un SL di 25.000mq, riducendo l’impronta a terra e aumentando gli spazi verdi e di socialità.

Il progetto per la nuova sede degli uffici giudiziari di Catania, elaborato insieme a Progetto CMR, è stato sviluppato considerando in egual misura l’edificio e lo spazio pubblico da esso generato, instaurando così una relazione indissolubile tra le due parti ed il contesto urbano e paesaggistico.  Un waterfront cittadino inscritto tra il mare e l’Etna.  L’ impianto planivolumetrico a corte aperta riprende una tipologia edilizia tipica del centro storico catanese e la declina aprendosi però verso il paesaggio e sollevando parte del volume da terra. Ad una chiara composizione dei volumi corrisponde una distribuzione del programma studiata per essere estremamente funzionale in relazione alle necessità di efficienza, sicurezza e separazione dei flussi del pubblico da quelli degli addetti. Sfruttando l’orografia del sito sono realizzati gli spazi per le aule giudiziarie e i giardini terrazzati che degradano verso il mare. La spiccata integrazione del nuovo edificio con il paesaggio e con lo spazio pubblico, fa sì che l’esercizio della giustizia, pur mantenendo il suo profilo autorevole e istituzionale, venga spogliato degli aspetti più intimidatori ed esaltato nel suo valore civico e collettivo. 

L’isola del Lazzaretto Nuovo, oltre ad essere nel panorama culturale di Venezia un’importante sede museale, didattica e di ricerca, costituisce un punto di vista privilegiato sui diversi biotopi della laguna. Il progetto consiste nel creare un apparato segnaletico e informativo che vada a costituire il “Sentiero delle barene”, un percorso paesaggistico che ricalca l’antico camminamento di ronda attorno alle antiche mura. Il progetto, che parte dai supporti lignei e arriva allo studio dei contenuti grafici, mira a inserirsi nel paesaggio in maniera armonica e di rendere chiara e comprensibile l’esperienza di conoscenza per i visitatori.

Il progetto di riorganizzazione delle aree di pertinenza dello stadio San Siro muove dalla necessità di ridefinire le zone interessate dai cantieri della nuova linea metropolitana MM5.

Attorno ai recinti dei parcheggi, distinti per utilizzi e funzioni, la proposta prevede la realizzazione di un grande parco pubblico, aperto alla città, capace d’integrare i servizi di supporto agli spettatori dei grandi eventi sportivi.

© 2021 Dontstop architettura snc
A Mab21 website